Studio Muserle

Vai ai contenuti

ORARI STUDIO:

lunedì,martedì,giovedì

09:00 - 12:30
14:00 - 18:00

mercoledì e venerdì
09:00 - 15:00
Studio Muserle

"Un uomo incapace di avere visioni non realizzerà mai una grande speranza né comincerà mai alcuna grande impresa."
W. Wilson


NEWS

Finanziaria 2021

Sgravi alle assunzioni

Arriva la decontribuzione al 100% per le aziende che assumono lavoratori under 35 e per quelle che assumono donne disoccupate, potenziando l’attuale incentivo (parziale) previsto nel 2012 dalla legge Fornero.

 

Taglio al cuneo

Viene reso strutturale l’incremento fino a 100 euro netti al mese a favore dei 16 milioni circa di lavoratori con reddito entro i 40mila euro.

-----------------------------------


FINANZIARIA 2021 - sostegno alla liquidità delle imprese

Sono stati introdotti in finanziaria i seguenti interventi:

  • i finanziamenti, fino a 30.000 euro, garantiti al 100% dal Fondo di garanzia Pmi, possono avere una durata di 15 anni (in luogo dei 10 anni prima previsti);
  • l’intervento straordinario in garanzia di Sace viene prorogato fino al 30.06.2021;
  • vengono prorogate, dal 31.01.2021 al 30.06.2021, le moratorie concesse alle micro, piccole e medie imprese (le quali interessano, tra l’altro, anche i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale);
  • vengono sospesi, sino al 31.01.2021 i termini di scadenza relativi a vaglia cambiari, cambiali e altri titoli di credito che ricadono nel periodo 01.09.2020-31.01.2021.

-----------------------------------

DECRETO CURA ITALIA - BONUS 600 EURO

Ad artigiani e commercianti (non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria, ad esclusione della gestione separata INPS), a liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi (attivi al 23 febbraio 2020, iscritti alla gestione separata dell’INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie), ai lavoratori dello spettacolo (con almeno 30 contributi giornalieri versati nel 2019, da cui deriva un reddito non superiore a 50.000 euro e non pensionati), ai lavoratori
stagionali del turismo e del settore termale (che hanno cessato il lavoro involontariamente dal 1.1.2019 al 17.03.2020, non pensionati e non dipendenti), agli operai agricoli a tempo determinato (con almeno 50 giornate lavorative nel 2019), è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro, detassata.
Si segnala che non rientrano in questa agevolazione i professionisti iscritti ad un albo (avvocati, notai, geometri, architetti, ragionieri, medici, commercialisti, ecc.).
L’indennità verrà erogata dall’INPS, su domanda, secondo modello e date di presentazione che verranno pubblicate.
Lo stanziamento è limitato e quindi il contributo potrebbe essere erogato in misura inferiore alla somma indicata, a prescindere dalla data di presentazione della domanda.

Non è ancora chiara la platea di possibili fruitori (ad esempio non è chiaro se potranno fruirne i soci di società iscritto alle gestioni in oggetto, non è chiaro se un agente di commercio soggetto sia a Inps commercianti che Enasarco possa fruirne,..). Per queste situazioni si attendono chiarimenti.



BONUS LOCAZIONI DECRETO CURA ITALIA

Il D.L. 18/2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2020, ha introdotto una  agevolazione per i soggetti che esercitano un’attività d’impresa nell’ambito della quale conducono in locazione un immobile in categoria catastale C/1 (negozi e botteghe), pur se con alcune esclusioni e limitazioni di seguito analizzate.


Secondo quanto previsto dall’articolo 65 del decreto in questione ai soggetti esercenti attività d’impresa è riconosciuto per l’anno 2020, un credito d’imposta nella misura del 60% dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1.

Sotto il profilo soggettivo, la disposizione è destinata ad esplicare i suoi effetti esclusivamente nei confronti dei soggetti che esercitano un’attività d’impresa, restando esclusi coloro che esercitano arti e professioni (c.d. “liberi professionisti”).




Bonus pubblicità

    Credito d’imposta, istituito dall’articolo 57-bis della Manovra correttiva ed innovato dall’articolo 4 del Collegato Fiscale alle legge di Bilancio 18, spetta alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche on line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, il cui valore superi almeno dell’1% gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente.

 L’incentivo può essere fruito anche per gli investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, effettuati dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017, purché il loro valore superi almeno dell'1% l'ammontare degli analoghi investimenti pubblicitari effettuati sugli stessi mezzi di informazione nel corrispondente periodo dell'anno 2016 (ossia 24 giugno 2016-31 dicembre 2016).

    Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, elevato al 90%, nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start up innovative.

    Il beneficio è utilizzabile esclusivamente in compensazione previa istanza diretta al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri.
La definizione delle modalità e dei criteri di attuazione del credito d’imposta è demandata ad un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, che andava emanato su proposta del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, che avrebbe dovuto essere adottato entro il 22 ottobre 2017 (120 giorni dalla data di entrata in vigore della l. n. 96/2017, di conversione del D.L. n. 50/2017, avvenuta il 24 giugno 2017).

_____________________________

Novità: registri telematici dei depositi fiscali

Con Direttoriale prot. 68571/RU del 15/6/17, l'Agenzia delle Dogane ha consentito di detenere i soli registri telematici per i depositi fiscali di alcole (ad eccezione dei birrifici e vino). Sarà quindi facoltà dei depositi fiscali di alcol optare per la tenuta del solo registro telematico. Lo studio è disponibile a predisporre e presentare istanza al competente Ufficio delle Dogane ed assistere il cliente al momento dell'accesso del verificatore.

______________________________

Lavoro occasionale e "libretto famiglia" (ex voucher)

Dal 23 giugno 2017, è possibile avvalersi di prestazioni di lavoro occasionali con i limiti e le modalità previste dalla legge (art. 54 bis DL 50/2017 conv. in L. 96/2017).
Il rapporto tra utilizzatore e prestatore di lavoro viene avviato e gestito tramite una piattaforma informatica INPS.

La disciplina differisce a seconda che l’utilizzo avvenga nell’ambito dello svolgimento di un’attività professionale o di impresa, oppure da parte di una persona fisica. Nel primo caso, viene posto in essere un contratto di prestazione occasionale; nel secondo, si utilizza il c.d. “libretto famiglia”.

____________________________


Vincoli in materia di compensazione di crediti fiscali - Novità del DL 50/2017 convertito

Il DL 50/2017 convertito in L. 96/2017 (pubblicato nella G.U. 23.6.2017 n. 144) introduce nuovi vincoli in materia di compensazione dei crediti fiscali. In particolare:
-viene ridotta, da 15.000,00 a 5.000,00 euro, la soglia annua rilevante ai fini dell'apposizione del visto di conformità in relazione all'utilizzo in compensazione orizzontale dei crediti per le imposte sui redditi (IRPEF e IRES) e relative addizionali, per le imposte sostitutive delle imposte sul reddito, per l'IRAP, per le ritenute alla fonte e per i crediti IVA (annuali e trimestrali);
-la compensazione dei crediti IVA per importo superiore a 5.000,00 euro annui può avvenire a partire dal 10° giorno successivo a quello di presentazione della dichiarazione;
-è previsto l'obbligo di trasmissione esclusivamente attraverso i servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) dei modelli F24 presentati da soggetti titolari di partita IVA, riportanti compensazioni orizzontali, di qualsiasi importo, di crediti relativi a imposte sui redditi e relative addizionali, a ritenute alla fonte, alle imposte sostitutive delle imposte sul reddito, all'IRAP, all'IVA e ai crediti da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.
Monica Muserle
Cell. +39 392 1203112
monica.muserle@studiomuserle.it
Corso Dante Alighieri, 34
37031 ILLASI (VR)
Tel. 045 7833254
Fax. 045 6528985
segreteria@studiomuserle.it
PEC: monica.muserle@odcecverona.it
trattamento dati personali >
P.IVA : 03910980238
Studio Muserle
segreteria@studiomuserle.it
tel. 045 7833254
Torna ai contenuti | Torna al menu